skip to Main Content

Febbre Gialla – Vaccino

La febbre gialla è un virus trasmesso dalle zanzare infette. Evitare le punture di zanzara è una parte molto importante per proteggersi dalla febbre gialla. Dopo aver ricevuto il vaccino, viene rilasciato un certificato di vaccino contro la febbre gialla per dimostrare di aver ricevuto il vaccino e di essere protetto dall’infezione. Questo certificato è progettato per adattarsi al passaporto ed è valido per sempre.

Il vaccino può essere raccomandato per due motivi:

  • per proteggerti dall’infezione quando viaggi in un paese in cui si verifica il virus della febbre gialla.
  • prevenire la diffusione internazionale delle malattie tra i paesi. I paesi che richiedono la prova della vaccinazione sono quelli in cui si verifica la malattia o dove potrebbe verificarsi perché hanno le specie di zanzare e scimmie corrette che potrebbero ospitare l’infezione.
    La prova della vaccinazione è spesso richiesta per i viaggiatori che viaggiano da paesi con febbre gialla a paesi in cui potrebbe verificarsi la trasmissione (e talvolta per i viaggiatori che transitano attraverso tali paesi).

Vaccino contro la febbre gialla – Stamaril® è il vaccino contro la febbre gialla disponibile nel mondo, è prodotto da Sanofi Pasteur. Il vaccino può essere somministrato a partire dai 9 mesi di età e può essere somministrato ai bambini a partire dai 6 mesi, ma solo in circostanze speciali.

Stamaril® è un vaccino vivo, il che significa che contiene una forma indebolita del virus della febbre gialla. I vaccini vivi non causano malattie nelle persone sane ma non sono adatti per le persone con un sistema immunitario compromesso. Questo perché i virus indeboliti possono moltiplicarsi e possono causare una febbre gialla come la malattia in questi individui.

Una dose di vaccino fornisce protezione per tutta la vita nella maggior parte delle persone. Una dose di richiamo sarebbe raccomandata solo se fosse stata precedentemente vaccinata in una delle seguenti circostanze:

  • durante la gravidanza
  • meno di due anni
  • aveva un sistema immunitario indebolito

Ci sono alcune persone che non possono ricevere il vaccino contro la febbre gialla, tra cui:

  • neonati di età inferiore a 6 mesi
  • allergia alle uova, alle proteine ​​del pollo o ad una precedente dose di vaccino contro la febbre gialla
  • storia di disfunzione del timo e / o timectomia a seguito di malattia del timo o miastenia grave
    un sistema immunitario soppresso a causa di malattia
  • farmaci immunosoppressori, come farmaci chemioterapici, metotrexato, azatioprina ecc. o steroidi.

La vaccinazione dovrebbe di solito essere evitata durante la gravidanza e l’allattamento. Il vaccino può essere somministrato a persone con infezione da HIV, ma solo se la loro conta di CD4 è> 200 e sono stabili durante il trattamento.

Effetti collaterali comuni
È comune riscontrare lievi effetti collaterali dopo aver ricevuto il vaccino contro la febbre gialla come:

mal di testa
dolore muscolare
leggera febbre
indolenzimento nel sito di iniezione

Questi effetti indesiderati possono manifestarsi dal giorno della vaccinazione fino a 14 giorni dopo la vaccinazione e di solito non durano più di 3 giorni.

Raramente si verificano gravi complicazioni dopo aver ricevuto il vaccino contro la febbre gialla. Questi sono più comuni nelle persone di età superiore ai 60 anni. Questi includono una malattia neurologica associata al vaccino contro la febbre gialla (YEL-AND), una condizione che colpisce il cervello e il sistema nervoso, causando sintomi come confusione e problemi di movimento e di coordinamento.

Il rischio di YEL-AND è stimato come segue:
oltre 60 anni = 2,2 per 100.000 dosi di vaccino somministrate
meno di 60 anni = 0,8 per 100.000 dosi di vaccino somministrate

Vaccino contro la febbre gialla associata a malattia viscerotropica (YEL-AVD) simile alla febbre gialla stessa con insufficienza multiorgano e morte in oltre il 60% dei casi. Il rischio di YEL-AVD è stimato come segue:
oltre 60 anni = 1,2 per 100.000 dosi di vaccino somministrate
meno di 60 anni = 0,3 per 100.000 dosi di vaccino somministrate
Se hai un’età> 60 anni puoi ricevere il vaccino, ma solo se sei in forma e bene, comprendi i rischi della vaccinazione e hai un rischio reale di virus della febbre gialla a destinazione (piuttosto che richiedere il vaccino solo a scopo di certificazione). Un operatore sanitario discuterà del rischio di malattia a destinazione e dei potenziali rischi del vaccino, per consentirti di prendere una decisione informata in merito alla vaccinazione.

Certificati di esenzione medica
Un professionista sanitario rifiuterà di vaccinarti se c’è una controindicazione al vaccino e potrebbe rifiutare di vaccinarsi se il rischio di gravi effetti collaterali è valutato come superiore al rischio di malattia. Se il rischio di malattia è considerato basso e l’utente accetta, in tali circostanze può essere rilasciato un certificato di esenzione medica. Un certificato di esenzione medica è valido solo per un viaggio. Devi essere rivalutato nei viaggi successivi. È necessario praticare una rigorosa prevenzione della puntura di zanzara durante il viaggio perché non si avrà alcuna protezione dal vaccino contro potenziali infezioni.

Evitare di viaggiare in un’area a rischio di febbre gialla
Se hai una controindicazione al vaccino o il rischio di gravi effetti collaterali è elevato e c’è un rischio significativo di contrarre la febbre gialla durante il viaggio, è probabile che ti venga consigliato di annullare o modificare i tuoi piani di viaggio. Gli operatori sanitari non sono obbligati a somministrare il vaccino contro la febbre gialla, se lo ritengono pericoloso o non è necessario per il viaggio. In caso di problemi di salute, è meglio chiedere consigli di viaggio prima di prenotare il viaggio.

 

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Back To Top