skip to Main Content

Prevenire i tumori da HPV: l’importanza di una strategia vaccinale multicoorte

Il Papillomavirus (HPV) è il secondo agente patogeno responsabile di cancro nel mondo.

Per ridurre il burden delle patologie HPV-correlate, occorre sinergia tra vaccinazione universale dei soggetti 11enni maschi e femmine, raggiungimento di elevate coperture vaccinali e programmi efficaci di screening e gestione clinica e preventiva dei soggetti già affetti da patologie HPV correlate. In particolare, le strategie vaccinali multi-coorte sono uno strumento chiave per la riduzione, nel lungo termine, dei cancri da HPV.

Parliamo oggi con il Dott. Liverani, della clinica Humanitas San Pio X di Milano, dell’importanza di estendere la vaccinazione anti-HPV dalla coorte primaria (adolescenti maschi e femmine) alle donne adulte e a soggetti ritenuti ad alto rischio di infezione.

Il Vaccino del Papillomavirus Umano 9-valente è indicato per l’immunizzazione attiva di individui a partire da 9 anni di età contro le seguenti patologie da virus del Papilloma Umano (Human Papilloma Virus, HPV): lesioni pre-cancerose e cancri che colpiscono il collo dell’utero, la vulva, la vagina e l’ano causati dai sottotipi di HPV contenuti nel vaccino; condilomi genitali (Condyloma acuminata) causati da tipi specifici di HPV.

https://merck-promomats-ghh.veevavault.com/ui/approved_viewer?token=23755-12f42d29-8ccf-4cf6-b35d-87f6cd7d8cd0&email=NDYZfqaVIKue4HwhItZeQJoNi7Qt%2FUX5&orgid=00DU0000000YTYcMAO&AppDocId=a1n4O000005F1YTQA0

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Back To Top